Barovier&Toso

“Non è un caso se all’atto della sua autonoma fondazione nel 1878, (dopo una storia che in famiglia si tramandava tra alterne vicende da quattrocento anni), i Barovier chiamarono la loro impresa Artisti Barovier.
L’arte vetraria, e quella muranese in particolare, impongono questo accostamento tra arte e manufatto.
Il vetro è per eccellenza materia povera. Fuoco, silice e non rari compositi minerali sono gli elementari ingredienti che solo l’ingegno, l’abilità manuale e la sperimentazione continua trasformano in luce, materia, forma, e colori stupefacenti….
Ha detto Ercole Barovier senza retorica
“…la fonte principale dell’ispirazione è la fornace: l’artista deve assistere giorno per giorno, ora per ora, con passione trepidante il vetraio che ha il compito di riprodurre e fedelmente interpretare più che il disegno, l’anima stessa dell’ispirazione…”
Brani tratti dal catalogo Oggetti di Barovier&Toso del 1995

Visualizzazione di tutti i 5 risultati